IL CONSENSO IN POLITICA E NEL SINDACATO

Qualcuno insiste a dire che i politici si mandano a casa con i voti: ma quando mai? con i sistemi elettorali che abbiamo avuto e abbiamo non si smuove nulla, ringiovaniscono gli elementi ma restano gli stessi strumenti ( i dané da qualunque parte vengano fossero anche le macchinette da gioco o la cannabis e le prostitute oltre alla mafia dei palazzi) e il modo di lavorare (per la pagnotta personale e il tornaconto del dirigismo partitico); e pure c’è chi crede che la rinuncia alle deleghe porti via i sindacalisti, ma quando mai, se uno ritira una delega per i più nobili motivi ce ne sono due nuovi che entrano dalla finestra delle Scuole di formazione gestite dai sindacati stessi, più ruffiani di così! ecco la fucina del sindacato del futuro, le Scuole di Formazione di medicina generale gestite ancora dai Sindacati o dagli Ordini o dalle Regioni o dagli Illuminati del Parlamento accoliti che ramazzano consenso sulla gleba! Per quanto poi affermare che l’anagrafe è garanzia di intelligenza, saggezza, performance non solo muscolari ci passa di tutto anche un peto. E’ dunque impossibile cambiare? dico la mia: cambiare per non cambiare niente non è cosa, TDL insegna, non è più cosa dopo che ciechi e sordi pure lo hanno capito, i politici e i sindacati ( che sono stati la stessa cosa) cambiano solo se gli si togli IL CONSENSO POPOLARE con tutti gli strumenti anche tecnologici che abbiamo oggi e promuovendo per questo ogni iniziativa possibile di mutazione del consenso dando prova di trasparenza e di veridicità, nonchè di assoluta rinuncia ai conflitti di interesse propri o di tutti coloro che si cimentano in politica o nel sindacato, proprio perchè va diretto il Consenso non verso il vertice ma verso la base che sono i Cittadini, a loro noi dobbiamo parlare oggi, non ai Milillo o ai Lorenzin o ai loro simili. Lungo ma inevitabile percorso politico e sindacale verso uno Stato moderno in cui la politica sia trasparente e riesca ad essere tensione effettuale e misurabile tra unità e quindi ordine e conflitti.

Image

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...